Les Après-midi Littéraires de l’Alliance Française à Trieste

Alliance Française di Trieste

in collaborazione con

Università degli Studi di Trieste

Facoltà di Lettere e Filosofia

Dipartimento di Studi umanistici

Les Après-midi Littéraires de l’Alliance Française

Ciclo di conferenze

Marzo-Maggio 2012

Organizzato dall’Alliance Française di Trieste, in collaborazione con la Facoltà di Lettere e Filosofia e il Dipartimento di Studi umanistici dell’Università di Trieste, il nuovo ciclo di conferenze Les après-midi littéraires (marzo-maggio 2012) si presenta ampio e ricco di appuntamenti d’eccezione.  I vari interventi spazieranno dalla poesia francese del Novecento al teatro del Medioevo, dalla traduzione letteraria al fumetto del XX secolo, dalla competenza redazionale in lingua francese alle influenze francesi nella pittura veneta del Settecento.

È con il fumetto coloniale che si inizia mercoledì 14 marzo, dalle 15 alle 17: Alessandro Costantini, professore di Letteratura francese presso l’Università di Venezia, parlerà di Immaginario  coloniale e petit-nègre  nel fumetto franco-belga. Prendendo in esame un corpus abbastanza ampio di fumetti della scuola franco-belga, pubblicati dal 1915 ai giorni nostri, lo studioso metterà in luce come la rappresentazione colonialista dell’Altro, soprattutto Africano, si attui attraverso l’utilizzo di una lingua deformata comunemente nota come “petit-nègre”. Costantini concentrerà l’attenzione sui fumetti pubblicati dal 1909 alla fine degli anni ’50, analizzandone alcuni poco o pochissimo noti, accanto ad altri più celebri: Pieds Nickelés (di Forton prima e di Pellos poi), Zig et Puce (di A. Saint-Ogan), Tintin di Hergé, Spirou (di Rob-Vel, Franquin ecc.), Jojo e Blondin et Cirage di Jijé.

Il secondo appuntamento, previsto per mercoledì 21 marzo, dalle 15 alle 17, è con Mme Sylvie Garnier, docente dell’Università di Chigago a Parigi, che tratterà degli aspetti stilistici e formali della scrittura di testi complessi in lingua francese (titolo della conferenza: Rédiger en français académique).

Force est de constater la rareté des manuels destinés aux étudiants étrangers déjà bien avancés en français. Il apparaît cependant indispensable de répondre aux attentes de tous ceux qui ne sont pas encore totalement à l’aise pour rédiger un texte conforme à ce qui est demandé dans le supérieur (comme une dissertation, un dossier, un mémoire de Master ou une thèse).

Notre conférence portera principalement sur la conception d’un matériel pédagogique adapté à ce public : sélection des structures à enseigner (pourquoi retenir tout de même et non quand même, du fait de et non à cause de ou vu), description des particularités de chacune d’elles (à savoir n’est pas équivalent à c’est-à-dire ni à autrement dit), organisation des connaissances (pourquoi regrouper car, puisque, parce que, étant donné, en raison de sous les fonctions justifier / expliquer et non parler de cause / conséquence), définition de règles grammaticales et d’usage, choix terminologiques, types d’exercices à proposer.

Il martedì 27 marzo, dalle 17 alle 19, il Prof. Graziano Benelli parlerà di traduzione letteraria. Lo studioso, che insegna presso la Scuola superiore di lingue moderne per Interpreti e Traduttori di Trieste, partirà da alcune riflessioni di Natalia Ginzburg sulla metodologia della traduzione, per analizzare le traduzioni di opere di noti autori francesi, quali Françoise Sagan, Marcel Proust, Maupassant, Laclos, Butor e Saint-John Perse. (Titolo della conferenza: Il cavallo e la formica. Conversazione sulla critica della traduzione).

Il mercoledì 28 marzo, Massimo Degrassi, docente di Storia dell’Arte presso l’Università di Trieste, parlerà del tombeau nella tradizione artistica del Settecento veneto esaminando anche le interrelazioni del motivo funerario tra Francia e Italia.

Il 3 e 4 aprile, sarà la volta di Fabio Scotto: Il 3 aprile, dalle 17 alle 19, il poeta, traduttore e Professore di Letteratura francese presso l’Università di Bergamo presenterà il volume Yves Bonnefoy, L’opera poetica (Milano, Mondadori, 2011 “I Meridiani”); il 4 aprile, dalle 9 alle 11, presenta l’antologia Nuovi poeti francesi (Torino, Einaudi, 2011). Di entrambi i volumi, Fabio Scotto è curatore e traduttore. Yves Bonnefoy è uno dei massimi poeti viventi, la cui opera è ora più facilmente abbordabile per la bella traduzione e presentazione dello studioso italiano. L’antologia dedicata alla nuova poesia francese permette di seguire il percorso complesso di una interrogazione sulla “lingua come spazio conflittuale ma abitabile e plurilinguistico” e mette in luce “la possibilità odierna di sopravvivenza di una parola come musica e canto in versi e in prosa” che “per quanto provocatorio e dissonante” può essere inteso come un rito “laicamente salvifico”.

Giovedì 26 aprile, dalle 9 alle 11, il Prof. Prof. Nenad Ivic, dell’Università di Zagabria, dedicherà il suo intervento all’analisi dell’opera di Paul Valéry.

Il ciclo di incontri sarà concluso mercoledì 2 maggio con un approfondimento del Personaggio di Michele nel teatro in Francia alla fine del Medioevo. Relatore: Dominique Costantini (Università di Trieste; orario : dalle 15 alle 17).

Tutti gli incontri si svolgeranno presso la Facoltà di Lettere e Filosofia, in Androna Campo Marzio, 10 e sono coordinati da Anna Zoppellari, prof. di Letteratura francese presso l’Università di Trieste.

Con i migliori saluti

Véronique Goffin

Direttrice

Alliance française di Trieste

Piazza S.Antonio Nuovo, 2

tel/fax: 040/634619 lunedì-venerdì 16.30-19.00

email: alliancefrancaise.trieste@gmail.com

sito: http://www.alliancefrancaise.trieste.it/

Les commentaires sont fermés.